Il Mio Cuore E Piu Stanco Della Mia Voce Book PDF, EPUB Download & Read Online Free

Il mio cuore è più stanco della mia voce

Il mio cuore è più stanco della mia voce

Author: Oriana Fallaci
Publisher: Rizzoli
ISBN: 8858641361
Pages: 208
Year: 2013-01-09
Negli anni Settanta Oriana Fallaci è un mito. Prima il Vietnam, poi Città del Messico e infine la storia d'amore con Alekos Panagulis, eroe della Resistenza greca, simbolo dell'opposizione a qualunque regime liberticida. Dopo la morte di lui e la pubblicazione di Un uomo, Oriana riesce a creare un incantamento globale: vorrebbero essere come lei i tanti giovani e meno giovani attratti dalla personalità dei suoi reportage di guerra e dal suo coraggio. E vorrebbero essere come lei molte donne, per le quali la scrittrice rappresenta la realizzazione di un sogno. In quegli anni la Fallaci accetta i sempre più frequenti inviti a incontrare i suoi lettori stranieri, nelle città e nelle università del mondo. Questo libro raccoglie alcune delle sue conferenze di maggior rilievo, pagine rimaste finora inedite che rivelano il suo rapporto con la scrittura, la sua passione per la politica e per l'impegno civile, la sua "ossessione per la libertà". È il suo autoritratto più autentico, una sorta di manifesto in cui Oriana rivendica e difende con vigore il diritto a "stare dalla parte dell'umanità, suggerire i cambiamenti, innamorarci dei buoni cambiamenti, influenzare un futuro che sia un futuro migliore del presente".
A Man

A Man

Author: Oriana Fallaci
Publisher: Open Road Media
ISBN: 1480442011
Pages: 644
Year: 2013-09-24
Translated and sold in nineteen countries, the bestseller that brought Oriana Fallaci world success Published for the first time in 1979 by Rizzoli, A Man is the passionate story of Alekos Panagulis, hero of the Greek Resistance and Fallaci’s partner. On May 1, 1976, Alexandros Panagulis, known as Alekos, the lonely hero of the Greek riot against tyranny and power, died tragically in a suspicious car crash. During his funeral, millions of people crowded the streets of Athens screaming “Zi, zi, zi!”—“Live, live, live!” This is the opening scene of A Man—and the final scene in the life of Alekos and of his love story with the author. The narration goes back some years, and the reader relives the breakdown of Alekos’s relationship with Oriana Fallaci, starting with his attempt to kill the tyrant Papadopulos and his consequent arrest. Balancing romance and reportage, Fallaci describes Alekos’s personal fight against tyranny and his desperate attempt to escape his inevitable arrest. Alekos became a real hero for the Greek population; the political leadership could not kill him without stirring up the suspicion of the public. The government built him a prison called Boiati, where he survived tremendous torture, hunger strikes, and terribly unsanitary conditions. After his release, Fallaci met and interviewed him. They fell in love and shared years of romance, obsession, and madness, all recounted in this extraordinary book. The story centers on their strong and deep love, intertwined with the struggle of this Greek tragic hero, who desperately looked for freedom and who, in the end, was just a man.
Letter to a Child Never Born

Letter to a Child Never Born

Author: Oriana Fallaci
Publisher: Open Road Media
ISBN: 1480442100
Pages: 154
Year: 2013-09-24
Published by Rizzoli in 1975, Letter to a Child Never Born was quickly translated and sold in twenty-seven countries, becoming an extraordinary world success. It is the tragic monologue of a woman speaking with the child she carries in her womb. This letter confronts the burning theme of abortion, and the meaning of life, by asking difficult questions: Is it fair to impose life even if it means suffering? Would it be better not to be born at all? Letter to a Child Never Born touches on the real meaning of being a woman: the power to give life or not. When the book begins, the protagonist is upset after learning she is pregnant. She knows nothing about the child, except that this creature depends totally and uniquely on her own choices. The creation of another person directly within one’s own body is a very shocking thing. The sense of responsibility is huge; it is a heavy burden that gives life to endless reflections, from the origin of our existence to the shame of our selfishness. If the child could choose, would he prefer to be born, to grow up, and to suffer, or would he return to the joyful limbo from which he came? A woman’s freedom and individuality are also challenged by a newborn—should she renounce her freedom, her job, and her choice? What should she do at this point?
Nothing and Amen

Nothing and Amen

Author: Oriana Fallaci
Publisher: Michael Joseph
ISBN: 0718109503
Pages: 322
Year: 1972-01-01

Last Letters of Jacopo Ortis ; And, Of Tombs

Last Letters of Jacopo Ortis ; And, Of Tombs

Author: Ugo Foscolo
Publisher: Hesperus Press
ISBN:
Pages: 155
Year: 2002
Written as an epistolary monologue, Last Letters of Jacopo Ortis is a compelling portrayal of a troubled mind. Published here for the first time in the English language, it is presented with Foscolo's highly acclaimed poem, Of Tombs. Banished from his homeland and from the woman he loves, Jacopo Ortis lives with the insufferable feelings of disillusionment and betrayal. Gone are his youthful dreams of literary glory, and in their place only his embittered laughter at fortune, at men, and at God. In the anguish of his state he feels himself compelled to make one final, titanic, and tragic gesture to the rulers of his age.
The Heart of a Boy

The Heart of a Boy

Author: Edmondo De Amicis
Publisher:
ISBN:
Pages: 290
Year: 1895

The Rage and the Pride

The Rage and the Pride

Author: Oriana Fallaci
Publisher: Rizzoli International Publications
ISBN: 0847825043
Pages: 187
Year: 2002
With this book Fallaci breaks a ten year silence--the silence she kept until September 11's apocalypse in her Manhattan house. She breaks it with a deafening noise. In Europe this book has caused a turmoil--polemics, discussion, debates, hearty praises, wild attacks. Fallaci faces the themes unchained by the Islamic terrorism: the contrast and, in her opinion, incompatibility between the Islamic world and the Western world; the global reality of the Jihad and the lack of response, the lenience of the West. She defends our culture and blames what she calls our blindness, our deafness, our masochism, the conformism and the arrogance of the Politically Correct.--From publisher description.
The triumph of death

The triumph of death

Author: Gabriele D'Annunzio
Publisher:
ISBN:
Pages: 412
Year: 1914

After the Divorce

After the Divorce

Author: Grazia Deledda
Publisher: Library of Alexandria
ISBN:
Pages: 341
Year: 1905

Inshallah

Inshallah

Author: Oriana Fallaci
Publisher: Vintage
ISBN: 0099181711
Pages: 775
Year: 1993

The Ideal Museum

The Ideal Museum

Author: Philippe Daverio
Publisher: Rizzoli Publications
ISBN: 0847843114
Pages: 352
Year: 2013-07-02
Philippe Daverio is one of Italy’s most important contemporary art historians, whose discerning comments about art are voraciously consumed by the public through his writing as editor of the famed magazine Art e Dossier and his platform on a leading Italian television program Passepartout. Now, in his first full-length work of narrative nonfiction, Daverio uses the conceit of creating his own perfect museum gallery and in the process reexamines major artistic masterpieces of Western art. Daverio turns his critical eye on the place of Western art in contemporary twenty-first-century culture and how we relate to art generally. According to Daverio, we relate to the history of art based on views that crystallized in the nineteenth century, and so we look to the past to understand the present, though the present is what truly matters to everyone. Daverio means to challenge this perspective, and guided by his curiosity and personal taste, he examines key masterworks to rediscover the true meaning and power they had before they became commoditized and clichéd. Some distinctive features of this illustrated eBook are: • 800+ full size and detailed images of paintings and drawings. • 280+ artworks with pop-up ability. • 160 thumbnails with links showing the setting of the work and location in its home museum, with informational text. • 92 links to museum websites that house the real works. The Italian-language edition of The Ideal Museum ebook has been awarded the QED Seal (Quality, Excellence, Design)—the premier award for ebooks and book apps—by the council of the Publishing Innovation Awards. This award recognizes the title’s portability and readability, providing the best reading experience possible.
The Pit and the Pendulum

The Pit and the Pendulum

Author: Edgar Allan Poe
Publisher: Charles River Editors via PublishDrive
ISBN: 161430887X
Pages:
Year: 2018-03-22
Edgar Allan Poe (19 January 18097 October 1849) was an American writer best known for stories of mystery and horror.Poe also wrote poetry, including the well known poem The Raven.Not much is known about Poes untimely death, but it cannot be debated that he has had a great influence on American literature.
Ginevra o L’Orfana della Nunziata

Ginevra o L’Orfana della Nunziata

Author: Antonio Ranieri
Publisher: eBook Free
ISBN:
Pages: 385
Year: 2014-10-25
Al lettore L'autore dichiara che, come non ha inteso di ritrarre in questo libro i costumi della Nunziata in particolare, ma, tolta quindi l'occasione, quelli di tutta la città di Napoli in generale, così non ha inteso né anche di ritrarvi nessun uomo in atto, ma molte nature d'uomini in idea. E però, di chiunque fosse, cui paresse di raffigurarsi in qualcuno dei ritratti che quivi s'incontrano, egli direbbe, a uso di Fedro: Stulte nudabit animi conscientiam. Notizia intorno alla Ginevra Non si appartiene a me di giudicare questo libro. Il supremo giudice dei libri, è il tempo. Un libro può essere tre cose: una cosa nulla, una cosa rea, una cosa buona. Il tempo risponde con un immediato silenzio alla prima; con un meno immediato alla seconda; con una più o meno continua riproduzione alla terza. E il suo giudizio è inappellabile. Nondimeno, poiché fu sì fitto e sì lungo il silenzio in cui ci profondarono i nostri confederati tiranni, da potersi veramente affermare, che solamente pochissimi, non modo aliorum, sed etiam nostri, superstites sumus, parmi indispensabile che il nuovo lettore non ignori la storia del libro ch'ora viene innanzi. Fra il 1830 e il 1831, esule ancora imberbe, capitai in Londra, o, più tosto, mi capitò in Londra alle mani un aureo lavoro d'un altro esule, assai più riguardevole e provetto di me, il conte Giovanni Arrivabene: nel quale egli mostrava partitamente tutto quanto quella gran nazione ha trovato, in fatto di pubblica beneficienza, per lenire, se non guarire del tutto, quelle grandi piaghe che le sue medesime instituzioni le hanno aperte nel fianco. Alcuna volta, il cortesissimo autore, più di frequente, il suo giudizioso volume, mi fu guida e scorta nelle mie corse per quegli ospizi. Ed allettato da sì generosa mente a sì generosi studi, li perseverai per quasi tutta Europa, e preparai e dischiusi l'animo a quei grandi dolori, ed a quelle più grandi consolazioni, che l'uomo attinge, respettivamente, dallo spettacolo dei mali dei suoi fratelli più poveri, e da quello delle nobilissime fatiche e dei quasi divini sforzi di coloro che si consacrano a medicarli. Surse finalmente per me il grande νόςτιμον ᾖμαρ, il gran dì del ritorno. Mia madre (quel solo tesoro d'inesausta gioia e d'implacato dolore, secondo che il Fato lo concede o lo ritoglie al mortale) non era più. Essa aveva indarno chiamato a nome il figliolo nell'ora suprema, che l'era battuta ancora in fiore. E quel bisogno di effondersi e di amare, che, secondo l'antica sapienza, dove non ascenda o discenda, si sparge ai lati e si versa su i fratelli, mi rimenò ai più poveri di essi, negli ospizi... negli ospizi di Napoli, che s'informavano inemendabilmente dal prete e dal Borbone. Io vidi, e studiai, l'ospizio dei Trovatelli, che quivi si domanda, della Nunziata: e scrissi le carte che seguiranno. E ch'io dicessi la verità, lo mostrarono le prigioni ove fui tratto, e dove, a quei tempi, la verità s'espiava. Ve n'era, nel libro, per la Polizia e per l'Interno: benché assai meno di quel che all'una ed all'altro non fosse dovuto. Francesco Saverio Delcarretto e Niccolò Santangelo, ministri, l'uno dell'una, l'altro dell'altro, vanitosi amendue, e nemicissimi fra loro (né dirò più di due morti), si presero amendue di bella gara; prima di opprimermi; poi, di rappresentare, l'uno, più furbo, lo scagionato, quasi morso solo l'altro; l'altro, più corrivo, l'inesorabile, quasi morso lui solo: e, dopo aver domandato, prima, amendue di conserto, isole ed esilii; poi, il più furbo, una pena rosata, il più corrivo, il manicomio; Ferdinando secondo, furbissimo fra i tre, mi mandò, dove solo non potevo più nuocere, a casa. Ma le furie governative furono niente a quelle dei preti; dei quali, ritorcendo un motto famoso, si può affermare francamente, che, ovunque sia un'ignobile causa a sostenere, quivi sei certissimo di doverteli trovare fra i piedi. Un Angelo Antonio Scotti, nel suo cupo fondo, ateo dei più schifosi, e, palesemente, autore d'un catechismo governativo, onde Gladstone trasse l'invidioso vero, che il governo borbonico era la negazione di Dio, s'industriava, dalla cattedra e dal pergamo, di fare, del sognato dritto divino dei principi, una nuova e odierna maniera di antropomorfismo. Questo prete cortese, ch'era come il Gran Lama di tutta l'innumerabile gesuiteria EXTRA MUROS, per mostrarsi di parte, corse, co' suoi molti neòfiti, tutte le librerie della città, bruciando il libro ovunque ne trovava copie. Poi, in un suo conventicolo dai Banchi Nuovi, sentenziò solennemente, ch'era bene di bruciare il libro, ma che, assai migliore e più meritorio, sarebbe stato di bruciare l'autore a dirittura. Ed, in attendendo di potermi applicare i nuovi sperati roghi di carbon fossile (ch'è la più viva aspirazione di questa genia), mi denunziò nella Rivista gesuitica la Scienza e la Fede (nobile madre della Civiltà Cattolica) come riunitore d'Italia e, di conseguenza, bestemmiatore di Dio; appunto in proposito di un libro, nel quale, per mezzo della purificazione della creatura, io m'era più ferventemente studiato di sollevare tutti i miei pensieri al Creatore! Ma, qualunque fosse stata l'imperfezione mia e del mio libricciuolo, la Gran Fonte di ogni bene non lasciò senza premio la nobiltà o l'innocenza dell'intenzione. L'onnipotenza dell'opinione pubblica, ch'è la più bella e più immediata derivazione dell'onnipotenza divina, dileguò vittoriosamente tutti que' tetri ed infernali fantasmi. E fatto che fu il sereno intorno, seguì quel miracolo consueto, contra il quale si rompe ogni di qualunque più duro scetticismo. Che, come Dio sa servirsi insino delle stesse perverse passioni degli uomini, e, in somma, insino del male, per asseguire il bene; così, prima, l'amministrazione accagionata, per iscagionar se e rovesciare sopra me il carico di mentitore, poi, le susseguenti, per mostrare se ottime e le precedenti pessime, vennero, di mano in mano, alleggerendo quelle ineffabili miserie. In tanto che, scorsi molti anni, quibus invenes ad senectutem, senes prope ad ipsos exactae aetatis terminos, PER SILENTIUM, venimus; un dì (correva, credo, il cinquantotto) camminando penseroso per la via della Nunziata, ed avendo la mente rivolta assai lontano dalle care ombre della mia giovinezza (fra le quali la Ginevra fu la carissima); un bravo architetto, il cavalier Fazzini, mi chiamò, per nome, dal vestibolo dell'ospizio, ch'era tutto in restauro. E mostrandomi un esemplare del libro, ch'aveva alle mani (e che, a un tratto, mi sembrò come una cara larva che tornasse a salutarmi di là donde mai non si torna!), m'invitò di venir dentro, e di riscontrare se tutto era stato attuato secondo l'intendimento del volume perseguitato! Distrutta la prima nitida e correttissima edizione, la cupidità ne partorì una seconda, che il pericolo rendette grossolana e scorretta, e che il desiderio e la persecuzione consumarono di corto. Ora compie il ventunesim'anno che qualche esemplare strappato n'è pagato una cosa matta. E l'ottenere quello sopra il quale è seguita questa terza edizione, è stato un miracolo dell'amicizia. Torino a dì 1 gennario MDCCCLXII. Antonio Ranieri
Ocean Sea

Ocean Sea

Author: Alessandro Baricco
Publisher: Vintage
ISBN: 0375703950
Pages: 256
Year: 2000
A group of people all looking for a missing piece of themselves converges at a remote seaside inn, but it is not until the arrival of a mysterious sailor called Adams that the truth of their entwined situations becomes clear. Reprint. 17,500 first printing.
The Way of a Pilgrim

The Way of a Pilgrim

Author: Gleb Pokrovsky
Publisher: SkyLight Paths Publishing
ISBN: 1893361314
Pages: 138
Year: 2001
Now with facing-page commentary that illumintes and explains the text, this classic of Russian spirituality offers the timeless account of an anonymous wanderer who set out on a journey across nineteenth-century Russia with nothing but some bread, a Bible, and a burning desire to learn the true words of St. Paul: "Pray without ceasing."